Come Indicizzare un Sito Web

Scritto da Alessandro Ferrari il 04/05/17 10.13

come-indicizzare-un-sito-web

 

Probabilmente se leggi questo blog è perché sei interessato a vendere di più, non è così?

Alessandro ti ha parlato più volte dell’importanza della strategia di Inbound Marketing per pubblicizzare la tua immagine, rafforzare il tuo brand e vendere online i servizi o i prodotti che proponi.

La  strategia di inbound marketing  ti permette di fare arrivare i visitatori sul tuo sito, convertirli prima in contatti e poi in clienti e deliziarli a tal punto da trasformarli in veri e propri fan.

Si tratta di una metodologia molto potente che si basa sul convogliare traffico qualificato sul tuo sito web.

Oggi quindi, ringraziando Alessandro per l’ospitalità concessami, ti vorrei parlare di come portare traffico qualificato sul tuo sito attraverso i motori di ricerca ed in particolare come indicizzare il tuo sito web.

 

Dall’Inbound Marketing ai Motori di Ricerca

 

Se visiti il sito  https://www.inboundmarketingformazione.it/ troverai molti spunti sull’inbound marketing.  Si tratta di una metodologia di marketing che ti permette di essere trovato dai potenziali clienti, superando in termini di risultati i tradizionali metodi di outbound marketing che convogliano le energie in messaggi promozionali tartassanti e non richiesti rivolti a chiunque.

L’inbound marketing  ti permette di migliorare la presenza sul web e aumentare le vendite online e trova il proprio punto di forza nella creazione e promozione di contenuti di qualità dove per contenuto di qualità si intende una risorsa in linea con gli interessi e le esigenze dei tuoi potenziali clienti che tende a soddisfare i bisogni del tuo target di riferimento e a farti percepire come un esperto autorevole di settore.

Supponiamo che tu voglia trovare nuovi clienti e vendere di più attraverso il tuo sito web.

Se ti occupi di interior design, ad esempio, potresti iniziare a realizzare dei contenuti che spiegano come arredare la casa, migliorarla sotto diversi aspetti, dando consigli semplici da eseguire e con grande impatto estetico.

Di per sé, questo modo di lavorare potrebbe già essere sufficiente per farti conoscere e rendere autorevole su internet, ma ovviamente se desideri posizionarti nei motori di ricerca dovrai incominciare a lavorare su alcuni aspetti tecnici del tuoi sito, primi fra tutti l’indicizzazione e l’ottimizzazione SEO.

 

Come Ottimizzare e Indicizzare il Tuo Sito Web

Partiamo per gradi e cerchiamo di chiarire la differenza fra indicizzazione e ottimizzazione di un sito web.

 

Cosa significa OTTIMIZZARE un sito web

Parliamo di ottimizzazione seo quando, attraverso delle modifiche tecniche eseguite sul tuo sito web, riesci ad ottenere dei miglioramenti in termini di visibilità nei motori di ricerca.

Per spiegartelo in modo semplice ti faccio un esempio.

Supponi di voler partecipare ad una gara tra auto. C’è chi partecipa con auto realizzate apposta per gareggiare e chi, dopo aver acquistato un’auto tradizionale in concessionario, la modifica rendendola più veloce, leggera e aerodinamica.

Allo stesso modo, ottimizzando il tuo sito, lo puoi rendere più veloce, performante, piacevole da leggere.

Ci sono poi una serie di accorgimenti e modifiche che puoi svolgere direttamente sui testi che hai scritto.

 

 6 consigli per ottimizzare i tuoi testi: 

1) Ottimizzazione del Titolo con la parola chiave con cui desideri essere trovato;
2) Ottimizzazione della meta description;
3) Uso delle intestazioni;
4) Utilizzo di immagini pertinenti e significative;
5) Impiego di diversi media come PDF, audio, video e infografiche per aumentare il tempo di permanenza sul sito;
6) Inserimento di immagini con tag Alt per mantenere un rapporto di coerenza immagini-contenuto;

 

Sono solo alcune delle tante cose che si possono fare, ma non credo tu voglia conoscerle tutte. Tu sei un imprenditore, un commerciante e non ti interessa entrare troppo nel tecnico.

 

social-business-professional-alessandro-ferrari

 

Cosa significa INDICIZZARE un sito web

La maggior parte delle persone che usano il termine indicizzazione lo fanno impropriamente riferendosi alla visibilità e al posizionamento nei motori di ricerca.

L’attività di indicizzazione è però antecedente a quella di posizionamento è va fatta segnalando ai motori di ricerca l’esistenza del proprio sito web, nonché, l’elenco delle pagine che fanno parte del sito web.

Puoi svolgere questa operazione con qualche click seguendo il tutorial tecnico che trovi di seguito. Se invece preferisci capire come posizionarti su Google, ti invito a leggere questo articolo: come posizionarsi su Google.

 

Come indicizzare un sito web con Google Search Console

 

Per indicizzare il tuo sito web puoi utilizzare uno strumento straordinario la Google Search Console, una piattaforma gratuita di Google che ti permette di gestire il processo di indicizzazione del tuo sito internet.

In realtà, potrai accedere ai servizi Google Search Console solo se sei in possesso di un account Google. Se non hai un account Google non preoccuparti perché ti basterà compilare i campi del form disponibile all’indirizzo https://www.google.com/gmail/ e creare una casella di posta gmail.

Una volta cercato Google Search Console sul motore di ricerca o digitato direttamente l’indirizzo https://www.google.com/webmasters/ , potrai inserire le credenziali del tuo account e accedere alla piattaforma di Google.

Il primo passo da fare per segnalare il tuo sito ai motori di ricerca è quello di verificare la proprietà del tuo sito o della tua app attraverso la funzione “Aggiungi proprietà”.

come-indicizzare-un-sito-web_1.jpg

 

Google Search Console ti chiederà di dimostrare di essere il proprietario della risorsa prima di darti accesso a tutte le informazioni del sito analizzato.

Non dovrai far altro che aggiungere il dominio del tuo sito all’interno della barra “Aggiungi proprietà”, cliccare e aspettare la schermata successiva.

Google Search Console ti chiederà di procedere con la verifica della tua proprietà tramite due metodi:

il metodo consigliato che però a mio avviso è un po’ complicato se non sei molto esperto e i metodi alternativi, tra cui uno molto facile da eseguire.


1) Metodo Consigliato

In questo caso dovresti scaricare un file di verifica HTML per recuperare lo stesso codice che il motore di ricerca usa per verificare la proprietà della risorsa e inserirlo nella route del tuo sito, magari utilizzando un programma FTP come FileZilla per il download e l'upload del file via web.

 

2) Metodi Alternativi

I metodi alternativi che la Search Console propone sono quattro:

  • Tag HTML
  • Provider del nome del dominio
  • Google Analytics
  • Google Tag Manager

come-indicizzare-un-sito-web_2.jpg

 

Se hai un sito Wordpress ti sarà facile verificarne la proprietà attraverso un plugin apposito: “All in one webmaster”.

Una volta trovato, installato e attivato questo plugin, la Dashboard principale del tuo sito si arricchirà di ulteriori funzioni tra cui puoi notare “Webmaster Options”.

Per verificare la proprietà del tuo sito ti basterà incollare il Tag HTML fornito da Google Search Console direttamente all’interno del campo apposito del plugin e il gioco è fatto!

come-indicizzare-un-sito-web_3.jpg

 

Ecco come

  1. Torna sulla Search Console, selezionare il codice tra le virgolette della variabile “content”,
  2. Copia e incolla il codice nel campo apposito del plugin nominato “Google WebMaster Central” che trovi all’interno della prima funzione “Webmaster Options” della Dashboard.
  3. Torna sulla Search Console e procedi con la verifica del tuo sito cliccando l’apposito pulsante.

come-indicizzare-un-sito-web_4.jpg

 

La schermata della Search Console si presenta con un pool di funzioni:

  • Dashboard con relative funzioni
  • Parte centrale per lavorare sulla funzionalità selezionata
  • Nome del domino del sito verificato
  • Guida
  • Pulsante con altre funzionalità (“Preferenze di Search Console”, “Impostazioni sito”, “Cambio indirizzo”, “Proprietà di Google Analytics”, “Utenti proprietari di proprietà”, “Dettagli di verifica” e “Associati”)

È importante non perdere il filo del discorso …

Il motivo per cui stai utilizzando la piattaforma Search Console è perché vuoi indicizzare il tuo sito web.

È giunto il momento di notificare Google indicando l’elenco completo delle pagine del tuo sito web, e per farlo devi creare la Sitemap XML.

 

La sitemap XML è un file formattato secondo uno standard specifico che viene letto dai motori di ricerca.

 

Può sembrarti tutto molto complicato ma ti assicuro che in realtà è tutto molto semplice perché molti plugin SEO, come ad esempio SEO YOAST per Wordpress, creano in automatico la sitemap XML per cui non dovrai preoccuparti di nulla se non di inviarla a Google.

Bene, entra nella Dashboard del plugin SEO presente nel menu WordPress, abilita l’opzione “Funzionalità avanzate” e salva. Yoast SEO si arricchirà di ulteriori funzioni come “XML Sitemaps”, l’opzione che ti permetterà di trovare per l’appunto la tua sitemap.

Non ti resta che copiare l’indirizzo e aggiungerlo alla tua Search Console. Come?

Seleziona la funzione “Scansione” e in particolare l’opzione “Sitemap” presenti nella Dashboard della Search Console e inserisci l’indirizzo copiato, ma mancante del dominio della proprietà.

Potrai visionare il primo feedback solo dopo che tutte le informazione della tua sitemap saranno state processate dai “crawler”, insomma giusto il tempo che Google indicizzi i tuoi URL.

È chiaro che serve un po’ di tempo per capire se il lavoro di ottimizzazione compiuto sul sito e gli sforzi fatti per creare risorse “appetibili” per i tuoi buyer personas ti ricompenseranno con un ottimo posizionamento sui motori di ricerca, una buona visibilità e un incremento delle vendite online, ma ne varrà sicuramente la pena.

 

Mirko Galassi

mirko-galassi-3.jpg

Uno tra i primi laureati in Italia in discipline legate ai nuovi media, Mirko Galassi lavora da oltre 15 anni nel campo del web in differenti settori:

 
- UX Design
- Web Development 
- Marketing
- Search Engine Marketing
 
Ha lavorato per importanti realtà nazionali e internazionali come MSN Microsoft, Tim, Alfio Bardolla, Go Advertising, Media Engine. Nel corso degli ultimi 5 anni ha sviluppato la sua attività dove mette la sua esperienza al servizio di imprese private e a supporto di digital agencies. Collabora con Alessandro Ferrari da quasi 5 anni.
 
ebook-social-media-marketing
 

 

Categorie: Strategia Online, Web Marketing

Hai bisogno di aiuto?