Innesca le Tue Vendite Online con la Tecnica del Tripwire

Innesca le Tue Vendite Online con la Tecnica del Tripwire

La traduzione letterale di tripwire è proprio “filo per far scattare una trappola o un esplosivo”. La tecnica del tripwire, infatti, ti aiuta a innescare il funnel di conversione (cioè il percorso che un utente compie prima di fare un acquisto) e aumentare le tue vendite online. Scopri come attivarlo per il tuo business!

Tripwire e funnel di conversione: cosa sono?

Navigando online alla ricerca di informazioni su un prodotto o un servizio, sarà capitato anche a te di “scivolare” nel funnel di conversione di qualcun altro. Un percorso progettato nei minimi dettagli per farti avanzare e portarti da semplice visitatore della pagina web a possibile cliente. Se ti interessa approfondire il tema e conoscere le strategie per creare landing page di successo orientate alla conversione, ti consiglio di leggere questo articolo.

Immagina dunque il funnel come un vero e proprio imbuto che attira gli utenti su una landing page, cioè una pagina di atterraggio con una form dove inserire i propri dati per ricevere un contenuto gratuito, come un ebook o un kit di prova.

Solo chi compila il modulo diventa una lead, un contatto che entra a far parte del tuo database perché potenzialmente interessato al tuo prodotto o servizio. C’è un trucco però per accelerare il passaggio successivo, cioè trasformare il maggior numero di contatti in possibili clienti già dalla prima visita. Ed è qui che entra in gioco la tecnica del tripwire come miccia per innescare e aumentare le tue vendite online.

Esempi di Tripwire per aumentare le tue vendite online

Per spiegarti cosa intendo, analizziamo insieme il case study di Harry’s, un’azienda americana che vende rasoi da barba.

Sul sito dell’azienda viene proposta una prova di due settimane inviando un kit per la rasatura al solo costo di spedizione (£3.95, circa €4,60). Il successivo piano di fornitura può essere personalizzato acquistando solo le lame desiderate, con consegna gratuita e la possibilità di cambiare piano o cancellarsi in qualsiasi momento. Per ottenere il kit iniziale è necessario creare un account fornendo dati di registrazione, di pagamento e di spedizione.

Quali sono i vantaggi di questo metodo?

Da un lato l’utente si sente incoraggiato a inserire tutti i suoi dati perché la cifra iniziale è molto bassa. Se il prodotto lo soddisfa sa che riceverà periodicamente la nuova fornitura. Al contrario potrà recedere in qualsiasi momento.

Dall’altro l’azienda ottiene già dalla prima visita tutti i dati necessari per trasformare un contatto in cliente pagante e potenzialmente già fidelizzato. Non c’è bisogno di inviare successive comunicazioni per ricevere informazioni più dettagliate, sarà il cliente stesso a modificare il proprio piano aumentando o riducendo le forniture di cui ha bisogno!

Un altro trucco in ottica tripwire è quello di inserire un’offerta super vantaggiosa nella pagina di ringraziamento dopo che l’utente ha scaricato un contenuto gratuito. È dimostrato infatti che chi ha appena ricevuto un infoprodotto (guida, ebook, video corso, ecc.) è più propenso ad acquistare qualcos’altro. Questa tecnica la usano molto anche i marketplace come Amazon, che ti consigliano prodotti già acquistati da clienti che hanno fatto la tua stessa scelta.


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *