Marketing agenzie assicurative: cosa fare e cosa NO

Marketing agenzie assicurative: cosa fare e cosa NO

Il porta a porta è sempre stato difficile, in passato anch’io ho lavorato per un’assicurazione e quindi so bene quali siano le difficoltà nel guadagnare la fiducia delle persone per ottenere una firma sul contratto. Ho migliorato le mie tecniche comunicative e persuasive, ho studiato la PNL, e altrettanto avrai fatto tu, però ora sei ad un punto in cui il mercato è saturo e vuoi differenziarti dalla massa.

Il consumatore è sempre più attento, come per tutti i prodotti/servizi prima di acquistare si informa in rete quindi prima di prendere la macchina e iniziare a girare, quello che devi fare è cercare di intercettare le ricerche online. Chiaro che per essere “attraente” devi scegliere la polizza giusta, quella che può funzionare meglio online, di seguito ti darò due consigli su come puoi ottimizzare la tua strategia, nel frattempo partiamo dalle basi.

Cosa fare?

Cura la tua presenza su Facebook.

Crea la tua pagina aziendale su Facebook e inizia a popolarla con contenuti, mettendo qualche contenuto promozionale in dosi limitate. Il tuo calendario editoriale dovrebbe essere per un 70% informativo e un 30% promozionale. Per condividere contenuti informativi su Facebook puoi creare dei post con testo + immagine oppure puoi decidere di scrivere questi contenuti sul tuo sito, nella sezione blog, e condividere successivamente il link sulla pagina.

Scegli un prodotto e parti da quello.

Per capire l’efficacia del tuo investimento di marketing online inizia promuovendo solo un prodotto. Per capire quello migliore da cui partire dovresti fare una piccola analisi di mercato. Se pensi che su Facebook puoi targetizzare il pubblico a cui mostrare il tuo annuncio pubblicitario, se hai una polizza per chi viaggia e va spesso in vacanza i mesi estivi sicuramente potrebbero essere ottimi per promuovere la tua assicurazione.

Definisci il giusto target e mostra la tua offerta.

Supponiamo che tu abbia scelto una polizza per i viaggi, a questo punto dovrai scegliere come località la tua zona geografica di competenza e successivamente ti consiglio di utilizzare anche l’opzione di targetizzazione dettagliata per mostrare la tua offerta a tutti quelli che si trovano nella tua zona e che viaggiano (Comportamenti > Viaggi > Viaggiatori Frequenti).

Cosa evitare?

Evita di collegare la sponsorizzata alla Home Page del sito web.


Collegare la tua home page alla sponsorizzata è come fare un buco nell’acqua
, non serve a nulla. Devi costruire una pagina dedicata (pagina di atterraggio/landing page), in cui spieghi in cosa consiste la polizza ma soprattutto i benefit che ottiene il potenziale cliente. Se hai un video emozionale, delle foto o recensioni, carica tutto. La tua pagina oltre ad avere contenuto informativo dovrà portare l’utente ad una richiesta di contatto quindi dovrai inserire un apposito modulo.

Evita di usare immagini a caso, l’occhio vuole la sua parte.

Cerca di distinguerti anche per l’aspetto visivo, ci sono diversi siti di photo stock da cui puoi recuperare delle bellissime immagini. Ci sono tool come Canva.com che ti permettono di lavorare su template già ottimizzati per le inserzioni Facebook. Ricordati che puoi occupare solo il 20% di testo quindi evita a priori di riempire l’immagine di scritte. 

Evita di creare sponsorizzate così… tanto per provare.

Non farti tentare dal tasto “metti in evidenza” di Facebook, sono molto bravi ad indurti a spendere budget anche molto piccoli per aumentare la visibilità della pagina ma se il tuo post non è ottimizzato per le conversioni non serve a niente (a meno che tu non abbia soldi da buttare 😉)


Per iniziare  con il piede giusto…

Ai miei corsi partecipano molte agenzie assicurative e ultimamente mi hanno raccontato come Facebook li abbia aiutati a generare preventivi e richieste di consulenza online.  Hanno messo in pratica tutti i miei consigli, quelli che ti ho appena riportato ma soprattutto quelli che ho dato durante il corso e sono stati veramente soddisfatti.

Da 0 contatti generati online in un anno sono passati a 60 richieste di preventivo al mese suddivise su Polizza Animali Domestici e Polizza Salute!

Il meccanismo funziona perché hanno impostato correttamente la campagna, hanno creato prima la landing page sulla polizza animali promuovendo il prodotto sulla zona d’interesse a tutti gli amanti degli animali. 

Dopo il successo della prima campagna hanno replicato il metodo cambiando polizza e target, creando una pagina di conversione per promuovere una polizza salute mostrandola principalmente a donne con bambini piccoli e adolescenti. 

Pensa in grande!

Alessandro Ferrari


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *