Piano Social per Generare i Contatti: il Trucco che Usano le Agenzie.

30/07/18 12.15 / pubblicato in Social Media da Alessandro Ferrari

Piano Social per Generare i Contatti: il Trucco che Usano le Agenzie

Sempre più aziende hanno intuito l’importanza dell’uso dei social per aumentare le proprie opportunità di vendita. Perfetto. Lo usano tutti nel modo giusto? Qui, osservando ciò che vedo in giro, qualche dubbio mi viene. Un piano social è impegnativo, non solo si devono conoscere tutte le funzionalità tecnologiche, c’è molto molto di più.

Una volta apprese tutte le funzionalità di Facebook sei a metà del lavoro. Il restante 50% del lavoro è costituito dai contenuti che devi pubblicare. Questa fase è particolarmente complessa perché non esiste una formula matematica, uno schema infallibile. Qui è necessario chiamare in causa altri tipi di capacità:

  • Osservare i concorrenti e prendere spunti dalle aziende più capaci
  • Essere creativi e uscire dagli schemi aziendali per comunicare con il potenziale cliente
  • Pensare in modo laterale e cercare di trasformare il materiale aziendale in contenuto utile per i social.

Non tutti siamo perfetti comunicatori, tuttavia per vendere oggi è necessario comunicare trovare i canali giusti per arrivare direttamente ai propri potenziali clienti.

Facebook è il canale che io consiglio sempre, a meno di rari casi dettati dalla particolarità del settore, per vari motivi:

  • Perché quasi tutti abbiamo un profilo e passiamo del tempo a curiosare sulla bacheca anche soffermandoci sugli annunci commerciali.
  • Perché il 98% degli italiani possiede uno o più smartphone che controlla circa 150 volte al giorno (sono dati reali, elaborati da piattaforme di marketing, non si tratta di esagerazioni).
  • Perché Facebook è davvero efficace nel raggiungere le persone e nella targetizzazione degli annunci sponsorizzati. Significa che dal pannello delle inserzioni si possono scegliere tutte le caratteristiche delle persone che vedranno i tuoi annunci sponsorizzati.

Ti spiego come sfruttare questo mezzo nel modo giusto.

Prima di partire con qualsiasi operazione sui social è necessario avere definito in modo chiaro gli obiettivi e organizzare il metodo di lavoro. Ecco tre consigli che io trovo semplici da seguire e dal risultato ottimo, perché ti permettono di mantenere la rotta giusta.

 

Step 1: Pianifica i Contenuti.

Gran parte delle aziende afferma di offrire i migliori prodotti e i migliori servizi. Ciò non è sufficiente in un mondo in cui ormai tutti i brand si autodefiniscono “leader”. Ed è qui che entrano in gioco i contenuti del piano editoriale.

Attraverso il blog sul sito e anche attraverso la pianificazione di un piano di comunicazione sui social, puoi davvero far percepire alle persone che il tuo prodotto o servizio è migliore di altri e questo li spingerà a preferirti in fase di acquisto.

I contenuti ti aiutano ad affermare la tua autorevolezza.

ATTENZIONE ALL’ERRORE DA EVITARE
Attenzione ai contenuti che scrivi: per arrivare a catturare l’attenzione del potenziale cliente devi parlare la sua lingua, non quella dell’azienda. Scrivere continuamente che il tuo prodotto è il migliore servirebbe solo a creare ulteriore distanza. Opta per un contenuto che lo dimostri, se proprio sei certo di avere il prodotto migliore.

 

Step 2: Pubblica con Regolarità.

Ti consiglio di prendere un calendario e schedulare l’uscita dei post. In un file excel, un foglio Google, o sfruttando uno dei tanti template che trovi sul web, puoi creare una tabella in cui ti appunti le idee, mano a mano che ti vengono, e riempi le caselle relative alle date di uscita.

Per cominciare è sufficiente un calendario semplice con i giorni e i canali scelti. Ecco un esempio:

piano editoriale Social AssoAndrai a riempire le caselle con il testo degli annunci da pubblicare, eventuali note su festività e ricorrenze, e potrai contrassegnare in un colore diverso quelli da sponsorizzare con un investimento.

A proposito di sponsorizzate, scopri qui come farle al meglio.

In questo modo eviti alcune bucce di banana, per esempio: il rischio di risultare ripetitivo o di lasciare per molto tempo la tua pagina inattiva e priva di interazioni.

 

Step 3: Verifica il traffico sulle tue pagine.

Tieni d’occhio la pagina delle performance.

Quando un contenuto di qualità riesce ad essere commentato o condiviso si verifica un miglioramento del posizionamento con aumento di visibilità. È anche vero che il traffico social organico è bassissimo, a causa dell’ultimo cambiamento dell’algoritmo di Facebook (leggi qui) quindi il maggior traffico lo avrai dalle sponsorizzazioni.

Il consiglio è di tenere sempre d’occhio i risultati delle azioni di marketing imparando la lezione: replica ciò che va meglio e che porta risultati al tuo brand.

Ora che sai come organizzare un buon piano di contenuti, scopri come creare le campagne pubblicitarie con facebook! Iscriviti al mio corso:

Iscriviti al corso Facebook: scegli la tua città

Pensa in grande!

Alessandro Ferrari

Potrebbero interessarti anche:

5 Errori che le Aziende Fanno sui Social + 5 Rimedi

Essere o non essere sui social? Questo è il grande dilemma che affligge la maggior parte delle aziende. Oggi è essenziale curare la propria identità digitale e per farlo devi partire utilizzando i canali social giusti per il tuo target. Quindi niente più account aperti e abbandonati al proprio destino, devi imparare a curarli con cadenza regolare e magari dovresti evitare questi 5 errori frequenti.

Leggi l'articolo completo

Nuove funzionalità di Instagram che puoi sfruttare

Facebook continua a dominare le preferenze in Italia ma Instagram spopola tra i giovani, motivo per cui sempre più aziende stanno iniziando a “sbarcare” con piani editoriali dedicati, anche in questo social. 

Questo anche al fatto che, essendo di proprietà di Zuckerberg anche Instagram, puoi utilizzare il budget marketing per i social anche su Instagram e monitorare l’effetto che fa.

Leggi l'articolo completo

Centri Commerciali e Marketing: 4 Strategie Social per Fidelizzare i Clienti

I centri commerciali fanno parte del nostro quotidiano ma le persone al giorno d’oggi oltre ai servizi presenti all’interno dell’ipermercato, nella maggior parte dei casi quello che cercano veramente è il risparmio.

Puntare tutto l'anno sui prezzi concorrenziali è difficile, soprattutto per politica di prezzo che ciascun negozio decide. Per portare molti clienti a visitare e rivisitare il centro commerciale quello che ti serve è sicuramente un’ottima strategia di marketing incentrato sulla fidelizzazione. Qui sotto trovi ben 4 strategie che ti possono aiutare a raggiungere il tuo obiettivo con facilità.

Leggi l'articolo completo

Chi sono.

Alessandro Ferrari, Imprenditore, Autore e Formatore

Iscriviti al blog.

Seguimi su:  |   |