Pubblicità Facebook: i Primi Passi per Partire

Pubblicità Facebook: i Primi Passi per Partire

Se hai una pagina facebook aziendale ti sarai accorto anche tu che negli ultimi mesi la visibilità dei post è calata drasticamente: se prima ottenevi vari likes, commenti e condivisioni, ora l’attività della tua fanpage rasenta lo zero assoluto.

Il motivo?

È molto semplice, Zuckerberg ha modificato (in peggio) l’algoritmo che regola la visibilità dei post delle pagine e la ragione è molto ovvia: se vuoi che le persone vedano i tuoi post devi pagare!

La pubblicità su Facebook (Facebook Ads) è attualmente uno degli strumenti più potenti del web advertising, assieme a Google AdWords.

A differenza di quest’ultimo però, è economicamente più vantaggiosa e più immediata da imparare. Ecco perché fare pubblicità su Facebook è un’attività proficua che si addice a qualsiasi tipologia di business, anche la tua.

Se ancora hai dei dubbi in merito, ti basta pensare che Facebook conta oggi un qualcosa come 1,7 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo. Sono numeri da capogiro e puoi stare certo che tra tutte queste persone ci sono anche i tuoi futuri clienti!

È chiaro quindi che se vuoi che anche la tua azienda sia al passo con i tempi, non puoi non avere una fanpage aziendale gestita in maniera professionale (quindi con contenuti interessanti per il tuo target di riferimento) e non puoi non promuoverla con Facebook Ads.

Ok Alessandro, ma io non so proprio da che parte cominciare!

Molte persone che frequentano i miei corsi mi fanno questa domanda in quanto temono di non essere in grado di gestire le pubblicità su facebook.

Ecco perché ho pensato di scrivere questo post introduttivo! 🙂

Cosa sono le Facebook Ads

Facebook Ads è la piattaforma per gestire la pubblicità a pagamento su Facebook. Per intenderci sono ad esempio tutti quei post che compaiono nella tua sezione notizie (newsfeed) o a lato della pagina (solo nella versione da desktop e non da mobile) nei quali trovi la scritta “sponsorizzata”. Ecco un esempio tratto dalla mia fanpage:

pubblicit-facebook-ads.png

Oppure sono campagne che ti permettono di ottenere più like alla tua fanpage mostrando la tua pagina a un pubblico potenzialmente interessato, o ancora ottenere più visite al suo sito web e fare lead generation (più avanti ti spiegherò nel dettaglio tutte queste funzionalità).

Per accedere alla piattaforma facebook ads devi avere un account Facebook e associato ad esso la tua pagina aziendale. Clicca sulla freccetta in parte al tuo nome in alto a destra e poi su Crea inserzioni:

crea-inserzioni-facebook.png

In automatico arriverai sulla pagina di Gestione Inserzioni.

facebook-gestione-inserzioni.png

Cliccando sul menu di gestione inserzioni in alto a sinistra vai su Impostazioni e setta tutti i dati richiesti per completare il tuo account abilitato alle inserzioni, incluse le modalità di pagamento:

 

Una volta che avrai inserito tutti i dati, potrai iniziare a promuovere la tua pagina e i tuoi post attraverso facebook ads.

È importante capire subito come sono strutturate le pubblicità su facebook, la loro relativa suddivisione in campagne egruppi di inserzioni e le azioni che corrispondono in ciascuna classificazione:

campagne-facebook

Ma veniamo ora a un’altra domanda che mi pongono spesso…

Quanto costa fare Pubblicità su Facebook?

Non esiste un costo fisso per fare pubblicità su Facebook. Quanto spenderai dipende da molti fattori: dal tipo di pubblico a cui vuoi mostrare i tuoi post, dalla concorrenza in quel settore, dal copy e dalla grafica.

Una cosa però è certa: se la tua pubblicità ha un ottimo copy e un’immagine ad alto appeal che cattura e colpisce l’attenzione (in parole povere piace al tuo pubblico che mette like, condivide e commenta) Facebook ti premierà e ti farà pagare meno!

A livello di budget Facebook ti permette di scegliere tra budget giornaliero o budget totale della campagna la cui durata va programmata. Io per comodità utilizzo il budget giornaliero che secondo me è migliore in quanto inserendo un budget totale si rischia che facebook esaurisca il credito molto più velocemente.

Qualunque sia la tipologia di budget che sceglierai, avrai sempre il controllo di quanto stai spendendo e una volta raggiunto il budget massimo, la campagna si bloccherà in automatico.

facebook-budget.png

Anche per la pubblicità su Facebook valgono le medesime regole dell’advertising:

un buon testo e un’immagine che cattura fanno sempre la differenza!

Ecco perché non ci si può improvvisare con Facebook Ads, e per evitare di cadere nei tranelli più insidiosi, buttando via budget prezioso, è bene seguire alcune regole utili.

Ecco quelle più importanti!

5 Consigli Utili per creare Facebook Ads di Successo

1) Definisci prima l’Obiettivo

Una campagna Facebook senza Obiettivo è come un navigatore satellitare senza coordinate!

La prima cosa da fare è capire che risultati vogliamo ottenere: senza una strategia chiara infatti non andiamo da nessuna parte. Cliccando sul pulsante verde in alto a destra CREA INSERZIONE,

crea-inserzione.png

si aprirà questa schermata:

obiettivi-fecbook.png

Facebook suddivide gli obiettivi da raggiungere in 3 categorie principali:

1) Obiettivo Notorietà: lo scopo è quello di aumentare la nostra brand awareness, ovvero la popolarità del nostro brand. Si prestano a questa tipologia di obiettivo le campagne per aumentare i like della propria fanpage, la promozione di post per ottenere maggior visibilità o per raggiungere le persone vicine alla nostra attività attraverso la targetizzazione per raggio kilometrico.

2) Obiettivo Considerazione: se la nostra azienda vanta già una discreta notorietà nel proprio target di riferimento, la nostra attività di promozione su facebook sarà orientata maggiormente alla valutazione da parte del cliente potenziale dei nostri prodotti/servizi. Possiamo quindi creare campagne che indirizzino le persone verso il nostro sito web, per promuovere il download di una app, la partecipazione a un evento o ottenere maggiori visualizzazioni per un video.

3) Obiettivo Conversione: ottenere una conversione significa far compiere una determinata azione al nostro visitatore come ad esempio scaricare una guida gratuita, un’offerta speciale o nel mio caso iscriversi a un corso. Questa tipologia di obiettivo è quella più finalizzata alla vendita e alla lead generation (acquisizione di nuovi contatti).

Una volta stabilito e cliccato l’obiettivo più idoneo (quando pubblicizzo un mio corso io ad esempio scelgo conversioni sul sito web) Facebook ci chiederà di dare un nome alla nostra campagna:

facebook-conversioni-sito-web.png

2) Seleziona il pubblico giusto!

Se parli alle persone sbagliate non sorprenderti se poi nessuno ti ascolta!

Un aspetto fondamentale delle pubblicità su facebook è la loro targetizzazione, ovvero la scelta del pubblico verso cui il nostro annuncio pubblicitario è orientato. Il pubblico della nostra inserzione non si definisce solo per sesso, età e posizione geografica ma soprattutto per interessi. La scelta degli interessi, non solo specifici ma anche affini, è di notevole importanza e non dobbiamo mai dar nulla per scontato.

facebook-pubblico.png

Facebook permette anche di creare pubblici personalizzati, ovvero gruppi di persone che hanno compiuto determinate azioni (come ad esempio visitare specifiche pagine del nostro sito web). Creare pubblici personalizzati è molto utile perché attraverso l’installazione del pixel di monitoraggio sul nostro sito (un codice automatico generato direttamente da facebook da inserire nell’header di ogni pagina) facebook monitora attentamente cosa guardano gli utenti e propone loro al momento giusto la pubblicità che più può interessare. In questo modo le nostre inserzioni saranno ancora più mirate ed efficaci!

3) Il Copy deve essere Ipnotico e Persuasivo

Cattura l’interesse delle persone con le parole giuste!

Una pubblicità funziona se il messaggio che vogliamo comunicare risulta attraente, chiaro e di comprensione immediata. Il copy dovrà quindi essere persuasivo, ipnotico e sintetico.

Ecco una mia inserzione tipo:

inserzione-facebook-alessandro-ferrari.png

  1. Nel testo del post sottolineo il problema con delle domande. È utile fare leva su un problema specifico e puntare al fatto che siamo in grado di risolverlo.
  2. Inserisco una frase ad effetto anche sull’immagine (sempre sotto forma di domanda) e anche una call to action per invitare all’azione.
  3. Nel titolo (che deve essere molto breve in modo da non essere tagliato) nel mio caso compare luogo e data dell’evento. Se devi promuovere un prodotto o servizio inserisci qui quello che offri.
  4. Nel sottotitolo spiego ulteriormente e in modo molto sintetico di cosa si tratta e può essere molto utile inserire qui anche un ulteriore invito all’azione.

Se vuoi approfondire la tematica della scrittura persuasiva leggi anche:

Inbound Marketing irresistibile con la scrittura ipnotica

Scrittura Persuasiva: lezioni da Aristotele

4) Immagine in primo piano!

L’immagine è la protagonista indiscussa della tua inserzione

È risaputo che in un’inserzione facebook l’immagine è il primo elemento che cattura l’attenzione del lettore, anche prima del testo. Una bella immagine infatti, con colori accesi e dalla grande carica emozionale è uno strumento ipnotico potentissimo ed è proprio in base ad essa se il lettore deciderà o no di proseguire la lettura dell’inserzione cliccando anche sul link.

Puoi scegliere tra formati diversi per la tua inserzione. Io utilizzo speso l’immagine singola:

facebook-ads-immagini.png

Facebook ti permette inoltre di caricare fino a 6 versioni differenti della stessa immagine e questa funzionalità è molto utile perché così potrai verificare quella che funziona meglio e regolarti di conseguenza per le prossime inserzioni.

Le dimensioni consigliate per le immagini sono di 1200 x 628 pixel e dovrai fare attenzione che la percentuale di testo non superi il 20% in quanto questo potrebbe ridurre la visibilità della tua inserzione. Per aiutarti puoi utilizzare lo strumento griglia che calcola la percentuale di testo presente nell’immagine e ti dice se la superi.

Nella mia esperienza ho notato inoltre che le immagini con sfumature di rosso catturano molto di più l’attenzione:

facebook-ads-immagine.png

5) L’importanza della Call to Action (CTA)

Incita il lettore con l’invito all’azione!

Le inserzioni di facebook ti permettono di scegliere tra diverse varianti di CTA (call to action). Inserire un invito all’azione viene considerato da facebook come facoltativo ma ti consiglio vivamente di metterlo sempre nelle tue inserzioni in quanto è un richiamo molto forte per chi legge.

L’invito all’azione appare nella parte bassa a destra della tua inserzione:

facebook-ads-immagine-1.png

Queste le tipologie di invito all’azione che puoi scegliere:

cta-facebook-ads.png

Come avrai visto inoltre, io solitamente inserisco l’invito all’azione anche nell’immagine dell’inserzione (nella parte a destra) perché in questo modo la comunicazione diventa ancora più efficace.

Se vuoi saperne di più sulle call to action leggi qui:

Call To Action: 5 Tips per CTA Irresistibili!

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *