Tecniche di Vendita: 6 Consigli per Fidelizzare il Cliente

Tecniche di Vendita: 6 Consigli per Fidelizzare il Cliente

Continuiamo a parlare di Tecniche di Vendita e più nel dettaglio di CRM (Customer Relationship Management), ovvero di gestione dei rapporti con il cliente. Dopo la fase di promozione di un prodotto infatti, una volta che le varie campagne promozionali iniziano a funzionare, comincia una successiva fase altrettanto difficile: la fase di ottenimento e di mantenimento dei clienti.

Un prospect potrebbe diventare cliente solo per acquistare un prodotto, mentre se vogliamo che il cliente diventi un cliente fidelizzato alla nostra azienda dovremmo faticare di più.

L’Importanza del Consumatore

Potrete applicare tutte le tecniche che volete, ma non dovete mai dimenticare il consiglio più importante, ovvero bisogna fare in modo che il consumatore si senta il protagonista del marchio.
Infatti provate a pensare a tutte le persone più potenti del mondo: oltre a politici e professioni di vario tipo, ci sono anche molti imprenditori che sono considerati potenti perché sono a capo di grandi aziende che contano molti consumatori, come ad esempio Google.
Però se non ci fossero i consumatori queste aziende non avrebbero molto valore, anzi per l’imprenditore sarebbe una perdita visto che un’azienda richiede un investimento che deve essere poi recuperato con le entrate aziendali.

Più il consumatore è valorizzato, più le vendite saranno alte.

Il mondo del commercio per come è strutturato è molto democratico, infatti analizza le preferenze degli utenti e in base a quelle si orienta su quali prodotti produrre.

Se sei un venditore non devi mai tenere conto di ciò che piace a te, ma ciò che piace ai tuoi clienti.

6 Consigli per Fidelizzare i Clienti

Ecco allora 6 consigli che possono tornarti veramente utili non solo per trasformare gli utenti in clienti, ma anche per fare in modo che si affezionino al tuo marchio e si sentano invogliati a fare un buon passaparola sui tuoi prodotti:

  1. Cordialità ed EducazioneTeoricamente questo non dovrebbe neppure essere un consiglio dato che le buone maniere sono alla base del buon senso. Non esiste alcuna tecnica di comunicazione che possa funzionare senza avere cordialità ed educazione con i clienti.L’educazione è il primo modo per mostrarsi accoglienti e disponibili all’ascolto ed è una cosa che molte persone notano. Per questo motivo cerca di essere gentile e se riesci mettici un bel sorriso sincero, vedrai che il tuo cliente riuscirà subito ad entrare in sintonia con te! (Comunicazione Efficace – Le 6 regole d’oro)
  2. Costruisci un rapporto di fiduciaSe pensi che vendere oggi sia come vendere 50 anni fa ti sbagli di grosso. Oggi le persone sono molto più colte e sono convinte che i venditori siano capaci a tutto pur di venderti qualcosa. Per questo motivo è molto importante far capire ai clienti che i prodotti che vendi servono a loro per ottenere dei vantaggi e per farlo devi sembrare un amico e non un venditore. Magari se lo ritieni opportuno, mettici anche un pizzico di umorismo!Evitate le frasi fatte, meglio puntare su frasi sincere ed empatiche in modo che il cliente non vi veda solo come persone che fate i vostri interessi, ma anche e soprattutto i suoi.
  3. Renditi reperibile in molti modiOgni cliente può avere un proprio mezzo di preferenza per avere contatti commerciali, ad esempio ci sono persone che preferiscono essere informati via mail, altri invece ci tengono a sapere le tue ultime novità tramite i social media, altri ancora preferiscono la pubblicità cartacea o un’applicazione per smartphone.Ricordati che un mezzo di comunicazione non ti obbliga ad escludere gli altri, ma possono essere presenti tutti in contemporanea e molte volte sono disponibili anche gratuitamente o con qualche piccolo investimento.
  4. Creati una buona Brand ReputationAnche la reputazione del tuo marchio è molto importante, infatti quando molte persone sono soddisfatte dei tuoi prodotti in automatico si diffonde la voce e potrai contare su nuovi potenziali clienti. Per migliorare la propria brand reputation è possibile creare un proprio blog in cui inserire informazioni che possono interessare gli utenti e tenerli aggiornati sui nuovi prodotti. Nell’ambito della gestione di impresa la qualità di un prodotto viene definita anche dal livello di qualità percepito, legato proprio alla reputazione del marchio.
  5. Valorizza gli utenti fedeliGeneralmente la regola è quella che non esistono clienti di serie A e clienti di serie B, però quando un cliente comincia ad acquistare molti prodotti del tuo marchio è giusto premiarlo per la sua fedeltà, ad esempio attraverso sconti o prodotti in omaggio. Infatti questo può rappresentare un ottimo modo per ringraziare il cliente della sua disponibilità e fedeltà nel comprare i nostri prodotti. Però anche i clienti nuovi vanno trattati in maniera equa, anzi è possibile anche incoraggiarli a compiere più acquisti in modo che possano avere anche loro prodotti in omaggio o sconti.
  6. Limita gli erroriPrima ti ho parlato dell’importanza di avere una buona reputazione, ma la reputazione non si basa solo sull’apparenza del marchio ma anche sulla sostanza. Puoi costruirti un’ottima reputazione in anni e anni di duro lavoro, offrire sempre ottimi servizi e prodotti, ma poi ti basterà sbagliare anche una sola volta per rischiare di rovinare tutto quello che hai costruito.
    Infatti i clienti tendono a notare molto di più ciò che li ha fatti stare male rispetto a ciò che invece li ha fatto stare bene, anche se sembra un controsenso dal punto di vista razionale.

Conclusioni

Spero che questi consigli possano tornarti davvero molto utili, e se li applicherai correttamente vedrai che il tuo marchio non si baserà solamente su clienti occasionali, ma anche su clienti che saranno fedeli al tuo brand nel tempo e che aspettano con trepidazione le tue ultime novità per fare nuovi acquisti. 

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *