Blog: ecco perchè devi assolutamente averlo

07/08/15 13.00 / pubblicato in Social Media da Alessandro Ferrari

perché-avere-blog

 

Oggi dare valore ai propri clienti è importantissimo e il modo migliore per farlo è quello di offrire loro contenuti utili che diano un reale valore aggiunto (questa teoria è alla base del modo più innovativo di fare marketing: l'Inbound Marketing).

Oggi voglio rivelarti quale sia secondo me lo strumento più efficace per raggiungere questo obiettivo.

Come, non l’hai ancora capito? Eppure ce l’hai davanti agli occhi proprio in questo momento. Lo strumento migliore e più efficace per dare valore ai tuoi clienti e offrire loro contenuti non è altro che il Blog Aziendale. Almeno questo è quello che utilizzo io ed è quello che mi ha dato i risultati maggiori e più duraturi nel tempo.

Dando un’occhiata in giro per la rete, devo dire che non sono il solo a pensarla così. Basta guardare come ormai anche alcuni tra i professionisti e tra le aziende più importanti in Italia e non solo, abbiano il loro bel blog personale curato e seguito nei minimi particolari, per rendersi conto quanto questa affermazione sia vera. A onor di cronaca e per essere corretto, devo ammettere che esistono anche teorie divergenti dalla mia. Alcune grandi compagnie, per esempio, stanno lasciando un po’ da parte i propri blog e concentrando la propria strategia di comunicazione su Twitter, Pinterest, Instagram e altri Social Network che, a quanto sembra, intercettano meglio il target giovanile.

Io rimango dell’idea che il blog sia lo strumento migliore per implementare una strategia di marketing e di comunicazione efficace e vincente, utile tra le altre cose ad attirare nuovi clienti. In questo articolo vi dimostrerò il perché.

 

5 Motivi per cui è Necessario avere un Blog Aziendale

 

  1. Il blog aziendale ti appartiene
    Facebook, Twitter, Instagram ecc. sono tutti strumenti molto potenti e utilissimi a promuovere la propria attività, ma c’è una cosa innanzitutto da tenere in considerazione: nessuna di queste piattaforme ti appartiene. Se un bel mattito Mark Zuckerberg si svegliasse e decidesse di cambiare le regole in gioco (come è già successo per esempio quando ha modificato la possibilità di inviare messaggi privati ai non amici) le tue strategie di marketing ben pianificate e collaudate potrebbero diventare nel giro di qualche minuto carta straccia e tu non potresti farci assolutamente niente. Non sei l’unico padrone della tua pagina Facebook come non sei il re assoluto degli altri tuoi profili social, mentre c’è una cosa su cui hai potere illimitato: il tuo blog! Questo non vuol dire che da domani devi abbandonare tutti i social e dedicare anima e corpo al tuo nuovo blog. La pagina Facebook è essenziale tanto quanto è essenziale il blog, ha semplicemente una funzione diversa: la prima è utilissima per veicolare i tuoi contenuti, il secondo per crearli… e non solo.
    .
  2. Il blog aziendale ti permette di essere trovato
    Oramai la stragrande maggioranza delle persone quando ha un problema o quando deve compiere un acquisto, la prima cosa che fa è consultare Google. Se tu o la tua azienda possedete la risposta alle domande dei vostri potenziali clienti avrete un grande vantaggio che sarà però totalmente bruciato qualora non riusciste a comparire in prima pagina tra le risposte del motore di ricerca più usato al mondo.

Il blog ha un potere di indicizzazione più forte del vostro sito web per due semplici motivi:
.
  • L’alto grado di interazione con i lettori attraverso i commenti presenti alla fine di ogni articolo è uno dei parametri usati da Google per capire la rilevanza di un sito e la sua utilità per gli utenti che compiono le ricerche.
    .
  • L’aggiornamento costante dei contenuti è invece un parametro che il motore di ricerca premia posizionando in testa i siti con contenuti sempre nuovi e freschi, cosa non sempre possibile da fare con un sito statico.
    .

È chiaro che più si indicizzano rapidamente i contenuti, più persone potranno venire in contatto con la tua azienda. Pensa che le statistiche di Hubspot dicono che aprire un blog aziendale porta il 97% di possibili clienti in più rispetto a quelli portati da un sito web statico. In pratica per ogni cliente arrivato tramite il sito web statico, ne arrivano 10 tramite il blog. Direi che ne vale proprio la pena.

 

  1. Il blog aziendale ti permette di coltivare la tua Brand Reputation
    Con il blog potrai sviluppare e approfondire tutti gli argomenti di cui sei padrone posizionando te o la tua azienda tra i maggiori esperti di un determinato settore. Con Twitter o Facebook, per ovvi motivi di spazio, tutto questo non è possibile. Ogni volta che ho scritto un articolo utile e interessante per i miei lettori, ho aumentato il numero di condivisioni e di conseguenza il numero di persone che hanno iniziato a seguirmi, riuscendo a costruire la mia reputazione e a raggiungere un buon posizionamento nella mia nicchia di mercato. Non pensare che sia stato un percorso facile e veloce, tutt’altro. Non è neanche un lavoro che si esaurisce e completa con la creazione del blog. Gli articoli mi hanno aiutato a farmi conoscere, a raggiungere sempre nuovi potenziali clienti e a guadagnarmi la loro fiducia. Poi ci sono i corsi, le consulenze e tutto il lavoro sul campo con cui ho dovuto dimostrare la mia vera professionalità. Il blog comunque è e rimane il mio biglietto da visita personale e professionale più efficace.

    .
  2. Il blog aziendale ti aiuta a costruire la tua Brand Personality
    Con il blog metti la tua faccia in prima linea e, se per qualcuno questo a volte può essere un problema, per chi è un esperto in un determinato settore non può che essere un grande vantaggio. Soprattutto se è un blog aziendale quello che gestisci, con i tuoi articoli hai la possibilità umanizzare il tuo brand e avvicinarlo in questo modo maggiormente al tuo pubblico. Come? Per esempio abbandonando lo stile comunicativo delle comunicazioni ufficiali e utilizzando al suo posto la voce delle persone che lavorano nell’organizzazione e che sono i veri rappresentanti dell’azienda. Questo ti permette di mostrare e comunicare la vera personalità del tuo brand.
    .
  3. Il blog aziendale ti permette di coinvolgere i tuoi clienti
    Attraverso il blog avrai la possibilità di costruire relazioni e conversazioni solide, lasciando la libertà alle persone che leggono i tuoi articoli di partecipare attivamente alla creazione di contenuti scrivendo commenti, facendo domande e lasciando dei feedback. Il mio lavoro mi permette di conoscere centinaia di persone nuove ogni mese. Ti posso assicurare però, che è grazie al blog che ho instaurato alcune delle migliori relazioni con i miei clienti. Come?
    .
    1. Rispondendo ai commenti e alle domande che mi vengono poste riguardo ai miei articoli si sono create conversazioni interessanti, a volte continuate anche in privato o in seguito quando ci si è incontrati dal vivo.
      .
    2. I rapporti con alcuni dei partecipanti ai miei corsi sono continuati tramite le conversazioni create nei commenti al blog.
      .
    3. Alcune interessanti conversazioni avute dal vivo sono nate dagli spunti che i miei lettori hanno avuto leggendo i miei articoli.

 

La parola chiave è conversazione ed è chiaro quanto sia importante parteciparvi senza mai abbandonarle. Il blog è il luogo della conversazione e del dialogo. Oggi devi entrare nell'ottica che i tuoi potenziali clienti si trovano al tuo stesso livello e ci sono arrivati grazie alla mole di informazioni e alle potenzialità che i nuovi mezzi hanno messo nelle loro mani. Se non li tratti da pari, li perdi. Quindi ascolta le loro opinioni, rispondi e magari predi anche in considerazione i consigli che ti danno. Ricorda che i tuoi potenziali clienti sono il vero valore della tua azienda e potrai conquistarli solo se ricambierai con la stessa moneta: dando loro valore.

 

Il Blog al centro della tua Strategia di Comunicazione

Il Blog rimane quindi per me lo strumento numero uno sul quale fondare la propria strategia di marketing e comunicazione online. Questo non vuol dire che tutti gli altri mezzi a nostra disposizione siano inutili, tutt’altro. Ognuno ha una sua funzione ben precisa e va sfruttato in base a questa. I Social sono strumenti eccezionali e sicuramente sono uno dei modi migliori per veicolare i propri contenuti, compresi gli articoli del blog. Attenzione però perché ogni social ha le sue specifiche caratteristiche ed è sbagliato pensare che basta semplicemente copiare il link all’articolo e incollarlo allo stesso modo su Twitter, Facebook, Google Plus per ottenere risultati. Ognuno di questi social è utilizzato dagli utenti in maniera diversa e va quindi sfruttato in maniera diversa.

 

Innanzitutto dovresti sempre studiare una strategia e costruire un piano editoriale partendo dall’elemento più importante, i bisogni dei tuoi potenziali clienti. Poi puoi scegliere tra tutti i mezzi che hai a disposizione quelli che più ti sembrano adatti al raggiungimento dei tuoi obiettivi aziendali o professionali. Non è detto che li utilizzerai tutti, a volte ti toccherà fare delle scelte e decidere di puntare su uno e di rinunciare a un altro.

 

Sta di fatto che Social Media, video, newsletter devono guidare il traffico verso il tuo blog/sito che di fatto è l’unica piattaforma che ti appartiene completamente e di cui hai la piena libertà di gestione. Ho notato che alcune aziende in questi ultimi anni hanno abbandonato il proprio blog perché il lavoro per curarlo è indubbiamente tanto e non stavano ottenendo i risultati sperati. In questo caso il mancato raggiungimento degli obiettivi è da imputarsi alla debolezza del mezzo o forse piuttosto al fatto che non sia stato elaborato un efficace piano editoriale né un’adeguata strategia per utilizzarlo?

 

Conclusioni

A costo di sembrare obsoleto, io continuerò a puntare sul mio blog perché è lo strumento che più di tutti mi permette di dare valore ai miei lettori e ai miei clienti reali e potenziali. Qual è invece la tua opinione? Credi che il blog sia tutt’ora uno strumento efficace o pensi che ne esistano di migliori?

Vorresti saperne di più su come utilizzare il web, i social media e altri strumenti per incrementare i tuoi clienti?

 

Dai un’occhiata ai miei workshop professionali del percorso Asso della Vendita:

Social Business StartUp
Social Business Professional 

 

Nel frattempo, scarica la fantastica guida gratuita che trovi nel box qui in basso: 

Guida_Tecniche_Vendita

 

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari

Potrebbero interessarti anche:

Chat Bot Facebook: Perché Integrarli alla tua Strategia Online?

Vogliamo partire dai numeri per capire quanto sono efficaci i Chat Bot? Sappi che il 47%¹ dei clienti comprerebbe un prodotto da un Chat Bot. Cosa sono i bot? Perché sono così efficaci? Ecco un altro dato interessante, il 45,8%² degli utenti preferisce comunicare attraverso un’App di messaggistica anziché via mail prima di acquistare un prodotto. Scopri tutto sui bot e su come integrarli nella tua strategia nell’articolo.

Leggi l'articolo completo

Facebook Dark Post: Quando Conviene il Lato Oscuro delle Ads?

Li chiamano dark post, quasi a sottolinearne un’accezione misteriosa e poco comune. In realtà sono dei semplicissimi post che, anziché essere pubblicati sulla timeline di Facebook, vengono sponsorizzati e quindi trattati come vere e proprie Ads.

Ma perché scomodarsi a pagare per una cosa che invece potrebbe comparire a gratis sui news feed della nostra fan base?

E soprattutto, conviene cedere al fascino dei Facebook Dark Post?

Leggi l'articolo completo

Google Plus Chiude: Che ne Sarà Ora della Mia Community?

Hai un account Google+ personale? Allora avrai già ricevuto un’email di Google che ti avvisa dell’imminente chiusura del suo social network, con relativa eliminazione di tutti i dati condivisi sulla piattaforma. Nonostante il social non abbia mai riscosso troppo successo, questo potrebbe comunque incidere in modo negativo per molte aziende che vedrebbero ridursi la propria community e la visibilità dei propri post.

È davvero tutto perduto o c’è la possibilità di salvare qualcosa?

Leggi l'articolo completo