L’Importanza dei Valori nel Business

Screen Shot 2019 06 26 at 10.07.54

Etica, innovazione, adattabilità e passione: questi sono gli aspetti che contano per le aziende del presente e del futuro, soprattutto alla luce della dura lotta contro la crisi.

Alcuni manager o imprenditori danno la precedenza alla propria carriera rispetto agli interessi comuni, vogliono raggiungere profitti elevati nell’immediato, sfruttano i dipendenti più deboli, approfittano dell’ignoranza dei clienti e manipolano il sistema politico per ridurre la concorrenza.

Converrete con me che un simile modello strategico non porterà a nessuna forma di sviluppo economico!

Se ricoprite il ruolo di leader all’interno di un’azienda, allo stesso tempo dovete considerarvi dei supervisori.

Supervisori di che cosa? Di competenze, di risorse, dell’ambiente e dei valori dell’organizzazione.

Tale funzione richiede 5 Caratteristiche Fondamentali:

  1. Lealtà: è giusto considerare le risorse a propria disposizione come patrimonio comune e non come mezzi per ottenere vantaggi personali. Al pari di un esecutore testamentario, considerate voi stessi degni di fiducia?
  2. Carità: è consigliabile dare la precedenza agli interessi degli altri rispetto ai propri. Al pari di un genitore che si sacrifica per i figli, siete disposti a mettere al primo posto i bisogni del prossimo?
  3. Prudenza: è importante salvaguardare il futuro anche se si colgono i vantaggi del presente. Al pari di un ambientalista, vi sentite responsabili del patrimonio che vi è stato affidato?
  4. Responsabilità: assumersi le proprie responsabilità è indice di maturità. Al pari del capitano di una nave, vi rendete conto di essere responsabili della rotta?
  5. Equità: è buona prassi assicurarsi che la distribuzione delle ricompense sia fatta in base a criteri meritocratici e non di potere. Al pari di un mediatore, vi impegnate sufficientemente a trovare le soluzioni più giuste per tutti?

Perché rispettare i valori?

Ricordate: se l’economia globale amplifica l’impatto delle scelte etiche, lo stesso avviene anche con Internet.

Il passaparola sul Web è in grado di trasformare velocemente una cattiva condotta locale in una causa di portata mondiale. Sul Web non ci si può nascondere e tutti i disonesti verranno inevitabilmente smascherati, prima o poi.

Apple e Nike, ad esempio, sono solo due delle grandi multinazionali aspramente criticate per aver chiuso un occhio sullo sfruttamento del lavoro

minorile da parte dei loro fornitori asiatici.

Internet ha dato vita ad nuovo tipo di consapevolezza, un senso rafforzato del fatto che siamo tutti strettamente “interconessi”, per l’appunto. La condivisione è un principio ormai imprescindibile: ci rendiamo conto in misura sempre maggiore di vivere sullo stesso pianeta e di respirare la stessa aria, anche abitando a molti chilometri di distanza.

È bene che gli imprenditori rispettino elevati standard di equità e correttezza, poiché le aspettative etiche stanno aumentando notevolmente ovunque.

Anche i rapporti tra grandi imprese e Stati mettono in discussione il problema della condotta. I cittadini sono abbastanza scaltri da capire che economia e democrazia funzionano meglio se il potere è concentrato nelle mani di pochi, così, fanno di tutto per assicurarsi che chi occupa posizioni di responsabilità sia davvero meritevole di fiducia.

Per tutte queste ragioni, è necessario che nel mondo del business si attui una Rivoluzione dei Valori.

Il fatto positivo è che questo cambiamento è già iniziato.

Alcune prove?

  • Gli investimenti socialmente responsabili sono in forte incremento.
  • Le case automobiliste divulgano pubblicazioni atte ad informare i consumatori circa le emissioni di CO2 dei veicoli.
  • Il commercio equo-solidale ora fa parte delle strategie di marketing.
  • Le persone prestano particolare attenzione alle retribuzioni dei manager, giudicandole più o meno adeguate.
  • Molte aziende hanno modificato la gestione dei rapporti etico-sociali e delle relazioni con il personale, abbandonando il vecchio stile gerarchico.

Ora la domanda è molto semplice:

Sarete dei leader nel sostenere l’etica della vostra attività o rimanderete il problema all’infinito?

È facile criticare imprenditori, dirigenti e i banchieri, ma voi come vi comportate nel vostro piccolo? Non possiamo aspettarci che gli altri siano moralmente ineccepibili se non lo siamo noi per primi.

Tutti i leader, per essere definiti tali, dovrebbero proteggere l’economia dai “vandali dell’etica” e mettere in secondo piano il perseguimento degli interessi personali.

Nell’affrontare le sfide estremamente complesse dell’oggi e del domani, è opportuno ricordare che ciò che conta veramente sono i valori.

Per rendere il tutto ancora più comprensibile, vorrei riportarvi un valido insegnamento di Gary Hamel, riconosciuta autorità nel mondo del business. Egli offriva sempre utili consigli ai suoi studenti della London Business School in cerca della prima occupazione dopo il diploma:

  • Vostra madre ha investito i risparmi di una vita per la vostra posizione in azienda. Dovrete fare il possibile per assicurarle un pensionamento sicuro e sereno. Ecco il motivo per cui non sacrificherete i risultati di lungo termine in cambio di un guadagno immediato.
  • Il vostro capo è come un fratello maggiore: dovrete sempre essere rispettosi nei suoi confronti senza cadere nell’adulazione.
  • I vostri dipendenti sono compagni di infanzia e l’amicizia è una responsabilità reciproca. Non trattateli come mere risorse umane.
  • I clienti sono i figli dell’azienda, sarà compito vostro soddisfarli e non sfruttarli.
  • Lavorate perché lo desiderate, non per obbligo, e non scendete a compromessi.

Dunque, vi è piaciuta la lezione di oggi? Spero di sì e attendo un vostro commento in merito. 

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari


Author: Alessandro FerrariAutore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.